Il primo giorno della tartaruga

primo_tartarugaA raccontarlo potrebbe sembrare una barzelletta: ci sono un poliziotto, una prostituta, un clandestino e un egiziano con origini napoletane. E a tratti non manca certo l’ironia, situazioni al limite del grottesco, che solo la mente di uno sceneggiatore con molta fantasia potrebbe partorire.
Invece con Il primo giorno della tartaruga, Sirio Lubreto mette in scena un romanzo la cui lettura mi ha chiesto non poco sacrifico per essere interrotta. In poche decine di pagine fanno capolino tutte le nefandezze imputabili alla malavita più o meno organizzata, dagli incontri clandestini alla tratta di uomini; dalla prostituzione al commercio di organi. Ma è il traffico di droga a fare da fulcro alle storie dei protagonisti che si incrociano lungo un percorso che unisce l’Africa e l’Europa in un susseguirsi di colpi di scena, ma dando il ritmo necessario per riflettere su quanto gli eventi possano cambiare le sorti di ognuno.

di Fabrizio Galli

Il primo giorno della tartaruga
Sirio Lubreto
Casa Sirio editore

522 views

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *