La diversità col sorriso

diversi

Diverso come uguale
Luana Vergari e Massimo Semerano

“Questo è un libro curioso. Non ha paura di chi è diverso da noi: anzi, lo cerca e insieme ci gioca”.
Questo è il messaggio che il libro “Diverso come uguale” vuole trasmettere ai bambini e agli adulti.
Un bellissimo albo illustrato edito da Becco Giallo per la collana Critical kids, firmato da Luana Vergari e Massimo Semerano.
Un libro che offre una nuova occasione di lettura per bambini e ragazzi, e soprattutto nuovi stimoli di dibattito con genitori e insegnanti sul tema della diversità, fisica, culturale, razziale, o sessuale che sia.
Protagonista del libro è Leone, sei anni, appassionato di barzellette e molto molto curioso.
Ci presenta una serie di bambini con cui ha fatto amicizia, bambini che gli somigliano moltissimo, che hanno le stesse paure e gli stessi sogni, ma che sono anche un po’ diversi da lui.
Ecco Francesco, il bambino down coraggiosissimo in acqua che insegna a Leone a nuotare; Erica, la ragazzina epilettica che non ha paura del buio; Tony che dopo il divorzio dei genitori si ritrova a vivere con due papà e che così “può fare il doppio delle cose”; il profugo Ali Rezad, che Leone aiuta a fare i compiti più in fretta perché “così ci rimane il tempo per giocare”.
Tanti amici che ogni giorno trovano soluzioni divertenti e originali per affrontare le stesse disavventure che capitano a Leone.
Un libro per tentare un approccio diverso, privo di retorica, pregiudizi e pudori dei grandi, ma usando il punto di vista dei bambini, le diversità non vengono negate o nascoste, nè sono oggetto di pietà o di timore.
Anche se “diverso”, un bambino è prima di tutto un bambino, e quello che lo definisce umanamente agli occhi di un suo coetaneo sarà piuttosto il modo in cui si gioca insieme, affrontare le paure comuni, condividere le passioni.
Un libro per scoprire, con il sorriso sulle labbra, che alla fine siamo tutti un po’ diversi e tutti un po’ uguali. Perché Diverso è come Uguale!

I cinque malfatti
Beatrice Alemagna

I cinque malfatti sono cinque tipi strani: uno è tutto bucato; uno è piegato in due, come una lettera da spedire; un altro è tutto molle, sempre mezzo addormentato. Un altro ancora è capovolto, tanto che per guardarlo in faccia ti devi mettere a gambe per aria. E lasciamo perdere il quinto, sbagliato dalla testa ai piedi: una catastrofe. Abitano insieme, questi begli originali, in una casa: ovviamente, sbilenca. E che fanno? Niente, ma proprio niente di niente… Finché un giorno in mezzo a loro, come una punizione di divina, piomba, lui: il Perfetto.
Un nuovo libro firmato Beatrice Alemagna, edito da Topipittori, che fa sorridere di difetti e imperfezioni trasformandoli in punti di forza.
Un libro per scoprire diversi punti di vista e guardare le cose un po’ a testa in giù.
Belle le parole e molto belle le illustrazioni, lieve, brillante, per vivere imperfetti, perfettamente felici.

460 views

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *