Vangelo di malavita

Molto spesso succede che fiction tv o romanzi che parlano di mafia o ‘ndrangheta, trasformino malavitosi in quasi eroi moderni, in idoli da tifare e a cui, purtroppo, ispirarsi. Ecco dimenticatevi tutto questo quando intraprenderete la lettura di Vangelo di malavita di Claudio Metallo. Scoprirete che l’onorata non ha nulla di onorevole salvo qualche deputato, che le sue leggi valgono per i fessi e che le strategie che vengono messe in atto sono molto più subdole di quanto si possa pensare. Nessuna redenzione, nessun happy end per questo romanzo che disegna a meraviglia la tentacolarizzazione dei poteri malavitosi.
Claudio si rivela un maestro nell’intrecciare trame, nello sciogliere nodi, con uno stile di scrittura molto fluido e coinvolgente in cui italiano ed espressioni dialettali si alternano in un unicum omogeneo e privo di increspature. “Poi, se la realtà somiglia a quella descritta nel romanzo non è mica colpa dell’autore o dell’editore”.

di Fabrizio Galli

Vangelo di malavita
Claudio Metallo
CasaSirio edizioni

263 views

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *