Settimana della cultura 2017

Venerdì scorso in biblioteca a Carugo c’è stato un momento di grande scambio tra un bel gruppo di ragazzi e Laura Bonalumi, autrice del libro “Voce di lupo”.
Hanno partecipato ragazzi attenti che avevano letto il libro e preparato tante domande interessanti per l’autrice.
Laura Bonalumi è stata bravissima a trasmettere loro la propria passione per i libri e la scrittura e l’invito a seguire sempre i propri sogni.
Un incontro stimolante e divertente.
Bravi ragazzi.

Venerdì 19 maggio inizia ufficialmente la Settimana della cultura, rassegna di cui vi ho tanto parlato e a cui tengo molto.
Una serie di eventi e appuntamenti per tutti, un modo per vivere il paese e per condividere esperienze.

Vi vorrei presentare qui con poche parole i primi 3 protagonisti degli appuntamenti dei prossimi giorni.

Venerdì, in Libreria, alle ore 21, iniziamo in grande stile con Massimo Roscia, romano, personaggio poliedrico e difficile da catalogare.
Massimo è, come si legge dalla sua biografia ufficiale, “Critico enogastronomico, condirettore editoriale del periodico Il Turismo Culturale, pifferaio magico, mimo parlante, imbonitore, decente docente (insegna, tra l’altro, comunicazione, tecniche di scrittura, editing e marketing territoriale), esperto di «HTTP Error 404 ¿ File not found», incensurato, automunito, militassolto, collezionista di periodi ipotetici del terzo tipo e, non ultimo, scrittore. Autore di romanzi, racconti, saggi, sceneggiature e biglietti per biscotti della fortuna, vincitore di diversi premi letterari e partite a tressette”.
Già da questo potete facilmente intuire la carica di ironia e divertimento che porterà a Carugo nella presentazione del suo ultimo lavoro “Di grammatica non si muore”.
Ma non dimentichiamo il suo romanzo precedente, un romanzo geniale, a mio parere, “La strage dei congiuntivi”, pubblicato da Exorma.
Avremo tante cose da chiedere a Massimo e tante da ascoltare.

Sabato 20 in sala civica a Carugo ci sarà il laboratorio di scrittura creativa tenuto da un autore già noto ai lettori di Libri al Sette: Cosimo Argentina.
Tarantino di nascita e brianzolo di adozione, Argentina è uno scrittore che ci ha abituati a cambi di scena e di rotta drastici e assoluti.
Non si possono inquadrare i suoi libri in un unico genere. Saltiamo dal noir, alle storie di ragazzi e di pallone, alla fantascienza più estrema.
Dal 1999 a oggi ha pubblicato 15 romanzi, che vi invito a scoprire e a leggere, vi si aprirà un mondo cinico, duro, ma tremendamente vero e ricco d’amore.

Martedì 23 mmaggio in Libreria ore 21 ospiteremo uno scrittore che con le sue storie ci fa fare voli e viaggi meravigliosi: Domenico Dara presenterà “Appunti di meccanica celeste” (ve ne parlo qui).
Calabrese di nascita, Domenico Dara ha esordito con “Breve trattato sulle coincidenze”, finalista al Premio Calvino e oggetto di numerosi riconoscimenti, e torna con un nuovo romanzo, sempre ambientato nel suo paese d’infanzia, Girifalco, in provincia di Catanzaro.
Dara racconta storie di personaggi più o meno verosimili, di vicende che sembrano statiche ma poi si muovono, prendono vita per far nascere intrecci e movimenti.
I suoi romanzi ci richiamano Pirandello e i suoi personaggi.
Sarà un vero piacere chiacchierare con lui.

455 views

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *