Chi ha rubato l’alborella?

alborellaChi ha rubato l’alborella?
Pronti a giocare con i pesci del lago?

SVOLGIMENTO E OBIETTIVO DEL GIOCO
Una volta distribuite le carte capovolte ai giocatori, ogni giocatore controlla se ha delle coppie in mano. Le carte che formano la coppia hanno lo stesso pesce e lo stesso simbolo rosso in alto a sinistra. Ogni giocatore scarta le coppie in mezzo al tavolo. Inizia il giocatore più giovane pescando una carta dal mazzo del giocatore alla sua sinistra. Se forma una nuova coppia la scarta, altrimenti tiene in mano la carta. Il turno passa così al giocatore di sinistra. Il gioco continua finché le coppie non sono esaurite.
Perde il giocatore che rimane con la carta lariosauro (l’unica senza la coppia) e dovrà fare una piccola penitenza, a scelta.

OBIETTIVI DIDATTICI:
GENITORI E FIGLI: giocare insieme per crescere

Questo semplice gioco è adatto a tutte le età. È pensato anche per coinvolgere figli e genitori che potranno giocare “alla pari”, rendendo l’esperienza di gioco più appassionante per entrambe le parti.
I genitori potranno inoltre aiutare i più piccoli a conoscere i pesci del lago leggendo le curiosità sui pesci scritte sulle carte da gioco.
Infine la clausola che prevede, per chi perde, una penitenza a scelta creerà più suspance e anche un divertente capovolgimento di ruoli tra figli e genitori, in caso di sconfitta dei secondi.

SCOPRIRE LA FAUNA ITTICA DEL LAGO
Obiettivo principale del gioco è conoscere i 17 pesci di lago e di fiume presenti nel gioco, per ogni pesce ci sono due carte, la carta “come riconoscerlo” e la carta “curiosità”.

UNA PROBLEMATICA REALE LEGATA AL GIOCO
Il titolo del gioco Chi ha rubato l’alborella? vuole porre la curiosità su una problematica comune a tutti i laghi e i fiumi prealpini: la forte diminuzione e, in alcuni casi, la scomparsa delle alborelle. La comunità scientifica si sta ancora interrogando sui reali motivi, ma le ipotesi più accreditate sono diverse.

IL LARIOSAURO: LEGGENDA O REALTÁ?
Protagonista del gioco: il lariosauro.
Sul sito chiharubatolalborella.it è presente un paragrafo dedicato al lariosauro leggenda e al lariosauro fossile ritrovato per la prima volta a Perledo nel 1830; gli esemplari scoperti sono conservati nelle collezioni dei Musei di Lecco, Milano e del Servizio Geologico di Roma, nonché nei musei di Francoforte e di Monaco di Baviera.
Online è inoltre disponibile un breve documentario che affronta questa tematica, prodotto e girato da Alessandro Dominioni, con un intervista al dott. Giancarlo Colombo.

PROTEUS
Centro di Didattica Ambientale Proteus nasce nel 1999 a Como con l’intento di proporsi come punto di riferimento in ambito locale per progetti di studio e di comunicazione nel campo del Turismo sostenibile, dell’Educazione ambientale, della Divulgazione naturalistica e scientifica. Benché le sue radici siano strettamente radicate al territorio insubrico, il Centro sviluppa progetti e attività didattiche in ambito nazionale ed internazionale incentivando lo studio, la conoscenza e la tutela dell’ambiente inteso come ricchezza da conservare e risorsa da promuovere. Il team è formato da professionisti che hanno maturato una pluriennale esperienza nell’ambito dell’educazione ambientale, dell’insegnamento, della ricerca scientifica, della divulgazione e della comunicazione ambientale. Collaborano naturalisti, biologi, geologi, guide ambientali, laureati in scienze della formazione e dell’educazione, docenti universitari, fotografi naturalistici, illustratori ed esperti multimediali che apportano la propria esperienza professionale nella progettazione e nella realizzazione dei percorsi didattici. La caratteristica principale di Proteus è quella di associare ai contenuti rigorosamente scientifici un linguaggio divulgativo lineare e accessibile a tutti. Proteus infatti si rivolge ad ogni fascia d’età, in diversi contesti quali quello scolastico, quello delle università, delle associazioni culturali, della formazione e dell’ecoturismo, promuovendo attività che incentivano la conoscenza degli aspetti
naturali e culturali, in particolare del territorio lariano, insubrico e lombardo.

Chi ha rubato l’alborella?
Gioco didattico di carte per scoprire i pesci del lago
CONTENUTO DELLA SCATOLA: 34 carte con descrizione e curiosità di 17
pesci di lago + 1 carta lariosauro + 1 carta regole del gioco

379 views

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *