Prima colazione in libreria

colazione

Domenica mattina 14 febbraio sveglia presto per infornare torta e pane.
Arrivo in libreria, macchinetta del caffè accesa per scaldarsi.
Sui tavolini una selezione di libri.
Verso le 10 i primi lettori.

Il profumo del caffè aleggia nell’aria, si chiacchiera, si mangia una fetta di torta o di pane con la marmellata. Inizio a leggere alcuni incipit, consiglio i libri così stavolta. Deve essere un colpo di fulmine per i lettori.
E così è.
C’è chi è entrato in libreria con un’idea vaga “vorrei un libro leggero, che parla di aria” e si ritrova subito ad ascoltare le parole di Chicca Gagliardo “Il poeta dell’aria”, ed è subito amore.
C’è chi chiede una lettura specifica: Mi leggi questo che mi incuriosisce? E anche qui l’incipit fa il suo dovere.
La colazione intanto si trasforma in aperitivo, le chiacchiere fluiscono facili, i lettori stessi mi consigliano e si consigliano libri tra loro. Una mattinata bella, non ci sono altri aggettivi.
La libraia torna a casa soddisfatta e promette che si replicherà.
Grazie a chi c’era.

684 views

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *