Papelu

papelubPapelu è una piccola casa editrice che pone particolare attenzione alla qualità dei contenuti e dei materiali utilizzati. Ci raccontate come nasce la casa editrice e cosa significa il vostro nome?
La casa editrice nasce dal nostro desiderio di mettere a frutto ciò che tanti anni di lavoro per diverse case editrici ci ha permesso di apprendere, dalla volontà di crescere professionalmente ma soprattutto dal nostro amore verso i bambini ed i libri per bambini in particolare. Il nome che abbiamo scelto non ha un significato ben preciso o meglio, ha significato solamente per noi, è un gioco di parole nato per caso qualche anno prima e che ci è sembrato perfetto per il nostro progetto. Ispira simpatia, viene letto da ognuno ponendo l’accento in modo diverso, si ricorda facilmente e dà subito l’idea di una “cosa” da bambini.

Come nascono le idee per i vostri libri?
Cerchiamo di ispirarci a quei libri che ci hanno accompagnato nella nostra infanzia e che ci piacevano tanto! Da qui l’idea di semplicità, chiarezza, pulizia della grafica…insomma, i libri come si facevano una volta. Spesso, comunque, lo spunto ci viene dato dalle richieste che i librai hanno ricevuto a loro volta dai loro clienti, richieste che valutiamo molto attentamente.

Avendo un contatto diretto e quotidiano con le piccole realtà alle quali distribuite i vostri libri, che percezione avete del mercato e cosa vi viene chiesto dai librai?
La percezione è che ci sia un ritorno ad acquistare nel piccolo dettaglio, sia una piccola libreria di provincia, sia una cartolibreria di paese, dopo anni monopolizzati dalla grande distribuzione, si torna finalmente a cercare il consiglio, il rapporto umano, una qualità di prodotto che sia già stata selezionata, in questo caso dal libraio, soprattutto per tutto ciò che riguarda l’universo bambino. E’ il momento, per le librerie, di essere sempre più dinamiche, il pubblico si aspetta iniziative, laboratori per i bambini, incontri con gli autori…di avere un motivo per scegliere di entrare in libreria e non in un qualunque supermercato.
Cosa ci viene chiesto dai librai? Semplicemente di continuare su questa strada, di produrre libri di qualità, ideati e stampati in Italia e che non si trovino in supermercati, poste, bancarelle…insomma libri da libreria, i libri Papelu appunto!

Vai a Papelu

678 views

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *