La notte del lavoro narrato

Qualche tempo fa mi è stata presentata questa bella iniziativa: la notte del lavoro narrato (qui il manifesto).
Una notte dove si racconterà del lavoro ben fatto, di chi ci mette passione, di chi pretende rispetto per quello che fa e non per quello che ha.
Lavoro dunque sono.
L’idea che sta alla base di tutto ciò è che nel lavoro bisogna metterci testa mani e cuore. Bisogna farlo bene a prescindere dal guadagno o dal tornaconto.
Il lavoro è dignitoso, qualsiasi esso sia, se chi lo fa ci mette del suo, se è disposto a metterci una parte di se stesso.
Mi sono ritrovata in questa iniziativa, perchè anche io, nell’aprire la Libreria e nell’affrontare questa nuova avventura, cerco di metterci passione, competenza, studio, impegno, cerco di fare bene il mio lavoro.
Ho dato importanza ai contenuti, ai libri e ai giochi fatti bene.
Qui è importante quello che si fa, non quello che si ha.
Qui è importante che cultura e valori come lealtà, solidarietà, impegno e responsabilità possano trovare un terreno fertile.

Per partecipare e celebrare al meglio la notte del lavoro narrato, ci sarà in Libreria un ospite speciale: Filippo Borella, amico e artista.
Filippo ci parlerà delle sue molteplici attività e del suo modo di fare arte.
Il suo lavoro è completamente guidato dalla passione, dalla creatività e dall’amore per le cose fatte bene.
Vi aspetto quindi giovedi 30 aprile 2015 dalle ore 20,30 in Libreria.
Parleremo di lavoro, di storie e di arte.

537 views

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *